Opinioni sul sistema Saldo Casa

Ti riporto di seguito la testimonianza di Mario (nome di fantasia per questioni di privacy), che aveva la casa pignorata, ed il giorno prima dell’asta, proprio in uno sprint al cardiopalma sono riusciti, grazie al sistema Saldo Casa, ad evitare l’asta ed a cancellare tutti i suoi debiti.

Lasciamo la parola a Mario …

Ho ricevuto in eredità, dopo la morte di mio padre, un appartamento da ristrutturare a Riccione. Per fare i lavori, ho contattato alcune imprese, alle quali ho chiesto dei preventivi. Dato che non avevo tutti soldi per sostenere i costi della ristrutturazione ho deciso di accendere un mutuo ipotecario, con ipoteca volontaria sulla mia casa.

Premetto che mia moglie non lavora ed abbiamo due figli.

Ma dato che ho un buon lavoro, con uno stipendio garantito, ho affrontato queste spese con assoluta serenità.

Subito dopo l’inizio dei lavori, le sorprese non tardano ad arrivare …

Infatti i costi inizialmente previsti, iniziano a lievitare giorno dopo giorno, come il pane al forno …

Nel frattempo arriva la fatidica crisi economica …

L’azienda in cui lavoro va in crisi e mi ritrovo dopo circa un anno disoccupato …

A quel punto inizio a fare qualche lavoretto saltuario per sbarcare il lunario.

Ma le spese aumentano ed i soldi in casa sono sempre meno …

Ad un certo punto, così facendo, mi trovo ad un bivio …

Do da mangiare ai miei figli, li vesto e li mando a scuola, oppure pago il mutuo?

Se qualcuno di voi è un padre di famiglia sa già la risposta …

Così la Banca inizia prima a chiamarmi al telefono, poi a mandarmi dei solleciti di pagamento, e infine, dopo vari richiami, mi ritrovo l’appartamento, ereditato da mio padre, in asta.

Inizialmente non ho preso coscienza della situazione perché comunque continuavo a vivere in quella casa senza pagare il mutuo e senza pagare l’affitto.

Detto tra noi non mi andava poi così male …

Dentro di me ero convinto che la casa non sarebbe mai stata venduta in asta.

Ma dopo qualche tempo mi arrivano gli atti del tribunale, poi viene il perito per valutare l’immobile e infine arriva il custode con delle persone interessate a comprare la mia casa.

Solo allora ho capito che la situazione mi stava sfuggendo di mano e che avrei perso la casa. In preda alla disperazione ho deciso di rivolgermi al mio avvocato, che tra l’altro è un amico. Lui, con molta franchezza, mi ha subito detto che non c’era più nulla da fare. Di lì a poco avrei perso la casa e sarei rimasto pieno di debiti.

La rassegnazione aveva avuto il sopravvento, perché l’asta era davvero molto vicina.

Un bel giorno, di mattina presto, ancora me lo ricordo, mi suona il campanello un signore di nome Federico. Mi chiede di parlare della mia casa perché lui ha una soluzione per evitare l’asta.

Sono un tipo molto diffidente, di fregature ne ho prese tante nella vita, quindi avrei avuto voglia di offrirgli un caffè e parlare dell’Inter, la mia grande passione …

Anche perché il mio avvocato mi aveva assicurato che non c’era più niente da fare.

Insomma non so perché, ma feci entrare Federico in casa mia ed ascoltai con iniziale diffidenza quello che aveva da dirmi. Man mano che Federico parlava la diffidenza si trasformava in interesse, misto a stupore. Devo dire che di robe legali non ci capisco niente, ma in effetti Federico riuscì a cacciarmi in testa l’obiettivo del suo lavoro, insomma cosa poteva fare per me.

Decisi allora di fare un incontro con Federico e il mio avvocato, per capire con lui se questa cosa stava in piedi, oppure era una illusione che mi avrebbe fatto perdere solo del tempo.

Il mio avvocato disse che la cosa era teoricamente fattibile, ma molto complicata e comunque costosa. Però se Federico la faceva gratis si poteva tranquillamente tentare …

Alla fine della fiera decisi di farmi aiutare da Federico seguendo per filo e per segno il protocollo del suo sistema Saldo Casa.

Nel frattempo l’asta incombeva …

Ricordo come fosse ieri, che solo 17 giorni, separavano il giorno in cui ho detto a Federico di andare avanti con il suo sistema, dalla data dell’asta.

Federico mi disse molto chiaramente che i tempi erano davvero molto stretti, ma che lui avrebbe fatto il possibile.

Senza andare molto per le lunghe arriviamo al lieto fine.

Cinque giorni prima dell’asta mi chiama Federico dicendomi che la pratica era andata a buon fine e che il 5 ottobre (il giorno prima dell’asta) avevamo l’appuntamento dal notaio per fare il rogito.

Il 5 ottobre ho venduto la mia casa ed ho ottenuto la cancellazione di tutti i debiti che avevo sia con la Banca, che con Equitalia.

Inoltre, come Federico mi aveva promesso, ho ricevuto un aiuto economico per trovare una nuova casa per me e per la mia famiglia.

Credo che non smetterò mai di ringraziare Federico per quello che fatto per me !!!

Grazie ancora di cuore !!!