Evita di leggere queste pagine se sei il proprietario di una casa pignorata, che NON è alla ricerca di una soluzione per fermare l’asta.

Se invece vuoi sapere come evitare che la tua casa venga venduta in asta – e vuoi evitare di subire tutte le conseguenze che ne derivano – allora …


Ecco l’unico sistema che ti permetterà di estinguere l’asta evitando che la tua casa sia più visitata del Colosseo dai potenziali acquirenti e liberarti definitivamente dai debiti evitando che i creditori continuino a inseguirti come fa il leone con la gazzella,
in modo da tornare a concentrarti sul tuo futuro, senza rivivere ogni giorno gli incubi del passato.

Tutto questo anche se non hai un soldo, se hai il morale sottozero e se per te parlare di argomenti tecnici e legali è come leggere un libro in arabo.


Saldo Casa” è il sistema che passo dopo passo ti guiderà nel vendere la tua casa pignorata e con il ricavato pagare tutti i tuoi debiti.


Mi chiamo Federico Giorni.

Sono toscano di origine e non amo quelli che partono da molto lontano.

Quindi andiamo subito al sodo.

Sai PRECISAMENTE che cosa succede dopo che la tua casa è stata venduta in Asta dal Tribunale?

Se la risposta è SI – e tu sei assolutamente sereno – allora mi scuso subito per il disturbo e ti invito a CESTINARE IMMEDIATAMENTE questa lettera.

Se invece la risposta è NO allora “ignorare questa lettera rischia di farti letteralmente buttare al secchio l’unica possibilità che ti rimane per cancellare l’asta e tornare a vivere una vita serena ripartendo da zero.”

Non sono molto bravo nella scrittura, anche a scuola preferivo alla grande i numeri, tanto è vero che mi sono laureato in ingegneria.

Ma alla fine sono stato costretto a scrivere perché penso che l’unica risorsa limitata su questo pianeta sia il TEMPO, ed io ahimè, tempo da sprecare non ne ho.

Se stati leggendo questa lettera è molto probabile che tu sia convinto che sono …

Un venditore di qualcosa …

Ora, mi dispiace deluderti, ma non ho proprio niente da venderti, e cosa ancora peggiore non riesco a fare miracoli!!!!

Se per caso stai cercando un consulente che ti aiuti a tirarti fuori dai guai, in cambio di una lauta ricompensa, oppure se stai cercando l’uomo della provvidenza, io non sono la persona giusta per te. Quindi ti invito di nuovo a CESTINARE IMMEDIATAMENTE questa lettera.

Sono un professionista che lavora da oltre 10 anni nel settore immobiliare, perché da sempre appassionato di case.

Ma chi sono io per parlare a te di un argomento così delicato?

Semplice, sono uno dei tanti che c’è passato personalmente, e quindi so bene di che cosa stiamo parlando …

Se interessa conoscere la mia storia clicca qui

Se sei arrivato a leggere fin qui, è perché alla mia domanda iniziale – Sai PRECISAMENTE che cosa succede dopo che la tua casa è stata venduta in Asta dal Tribunale? – hai risposto NO!

Dato che ogni promessa è un debito, risponderò io a questa domanda in modo che ti siano chiare le conseguenze, e che tu non possa poi dire non lo sapevo …

Per renderti familiare l’argomento parto con quello che forse già conosci.

Prima ti saranno arrivate a casa le lettere dei creditori per intimarti di restituirgli i loro soldi, poi ti sarà arrivato un primo atto chiamato precetto e poi un secondo atto chiamato pignoramento.

Da quando ricevi il pignoramento non puoi più vendere la tua casa sul libero mercato, almeno se non sai come farlo … Però tu continui a rimanere il proprietario dell’immobile, tanto è vero che le tasse continui a pagarle tu.

Poi un bel giorno è arrivato il perito, incaricato dal Giudice di valutare la tua casa.

Dopo qualche mese ti chiama il custode, per far vedere la tua casa alle persone interessate ad acquistarla in asta.

Considera che oggi anche molti privati comprano casa in asta. Quindi se ti sei visto, o ti vedrai arrivare una processione di gente, sappi che è assolutamente normale.

Questo a grandi linee è quello che già conosci, ma veniamo all’ignoto.

Cosa succede dopo che la tua casa è stata venduta in Asta?

  • Perdi la casa.
  • Rimani con i debiti.
  • Subisci il pignoramento del tuo stipendio / pensione o di quello del garante.
  • Subisci l’aggressione degli altri tuoi beni o di quelli del garante.
  • Vieni iscritto in CRIF con debito residuo in costante aumento.
  • Non potrai più aprire un conto corrente, avere una carta di credito, un bancomat, un libretto degli assegni, fare un finanziamento per aiutare i tuoi figli.
  • Subirai delle pressioni da parte del custode e dell’aggiudicatario.
  • Possibile arrivo dell’ufficiale giudiziario e delle forze dell’ordine se non viene rispettato il decreto di liberazione emesso dal Giudice.

Spero che tu abbia ancora voglia di leggere, ma sappi che per risolvere un problema, prima bisogna conoscerlo.

Torniamo a noi.

Ti ripeterò fino alla nausea che io non faccio miracoli. Aggiungo anche che non faccio il mago. Ma una piccola previsione consentimi di farla.

Sono sicuro che nonostante il dolore causato da questa situazione, nonostante le liti famigliari, le incomprensioni ecc., tu e la tua famiglia le avete provate di tutti i colori prima di rassegnarvi all’idea di perdere la casa.

Come ho fatto a fare questa previsione?

E’ stata fin troppo facile. Ho incontrato personalmente molti esecutati (si chiamano cosi quelli che, come te, hanno la casa in asta) e le obiezioni iniziali, o se preferisci chiamarle in modo diverso, le strade tentate per risolvere il problema, sono sempre le stesse.

Ma una cosa le accomuna.

Non portano da nessuna parte, o meglio portano tutte allo stesso risultato…

La tua casa viene venduta in asta e tu rimani per tutta la vita pieno di debiti.

Dato che non amo parlare mai per sentito dire, ti elenco di seguito le varie strade, tutte fallimentari, che vengono seguite per tentare di fermare l’asta.

Sono anche, allo stesso tempo, le obiezioni che mi venivano fatte quando ero alle prime armi, e mi presentavo davanti alla porta suonando il campanello per il primo appuntamento, che manco a dirlo, non era preceduto da nessuna lettera.

Ecco le principali obiezioni che mi vengono fatte:

  • Ho già risolto.
  • Ho trovato un accordo con la Banca.
  • Partecipiamo in asta e ricompriamo la casa.
  • Tanto da qui non me ne vado.
  • Ho un figlio piccolo / una persona anziana e nessuno può mandarmi via.
  • Sono già passati altri che fanno il tuo lavoro e mi danno di più.
  • Ho denunciato la Banca perché il mutuo è viziato da usura bancaria.
  • Ho denunciato l’amministratore di condominio.
  • Un amico/parente mi presta i soldi per ricomprare la casa in asta.
  • Il mio Avvocato farà opposizione e fermerà l’asta.
  • Mi hanno detto che finché non trovo un’altra casa nessuno mi può cacciare.

Spero di non averti perso perché ora viene il bello …

Dopo aver letto questa carrellata di soluzioni, sono sicuro che, almeno una di queste, l’avrai provata anche tu, per evitare che la tua casa venga venduta in asta.

Ma guarda caso non ha funzionato.

Se anche tu, come me, sei uno testardo che non si rassegna al fallimento, immagino che stai ancora cercando una soluzione … dato che non faccio il mago, e non so cosa tu stai pensando, faccio come Marzullo … mi faccio la domanda e mi do la risposta!!!

In definitiva … cosa posso fare per te?

Per risolvere il tuo problema ho ideato il sistema SALDO CASA.

 

Per un momento lasciamo da parte la soluzione e torniamo al problema.

Hai la casa in asta e il solo pensiero di perderla non ti fa dormire la notte.

Cominci a comprendere che la situazione sta diventando pesante, perché le hai provate tutte, ma senza successo.

Nonostante questo, dato che la speranza è l’ultima a morire, continui dentro di te a confidare nella buona sorte.

In particolare speri di rimanere in quella casa senza neppure pagare l’affitto.

Speri di ricomprarti la casa in asta e che qualcuno ti presterà i soldi per farlo.

Speri magari di farla ricomprare a un tuo familiare a cui la Banca, a parole, ha detto che darà il mutuo.

Allo stesso tempo, hai paura di essere sbattuto fuori di casa dalle forze dell’ordine come un ladro, senza aver trovato una sistemazione adeguata per la tua famiglia.

Hai paura di cosa dicono e pensano amici, parenti e vicini di casa, che ti considerano un fallito.

Hai paura di cercare una nuova casa in affitto, perché quando ti chiedono dove abitavi prima e perché stai cambiando casa, non sai cosa dire e magari non hai un centesimo per pagare l’anticipo al nuovo proprietario.

Hai paura di non essere stato un buon marito e un buon padre di famiglia, e di non aver garantito un tetto sicuro alla tua famiglia.

Insomma vivi in uno stato di speranza e di paura nel quale ti senti intrappolato.

Lascia che ti dica una cosa. E’ normale che ti senta così perché il problema nel quale sei finito è un mostro con tanti tentacoli. Ma la colpa non è tua.

Il problema è che nel 2008 il mondo è cambiato per sempre ed ha vissuto la più grande crisi economica ed immobiliare dal dopoguerra ad oggi. La crisi è nata negli Stati Uniti, la più grande potenza economica del mondo, e da lì ha contagiato tutto il pianeta.

E’ stata, ed è ancora oggi, una crisi devastante perché molto lunga. Sembra che non riusciamo a venirne fuori, ha coinvolto più o meno tutti i settori, senza esclusione di colpi, e nessuno pare avere la soluzione per uscirne.

Molte aziende hanno chiuso la serranda e molte persone di conseguenza hanno perso il lavoro, senza riuscire a trovarne un altro e quindi senza intravedere una via d’uscita.

In questo quadro il mondo immobiliare è stato travolto, devastato con la forza dirompente di uno tsunami.

I prezzi delle case sono scesi a dei livelli mai toccati e le banche hanno visto aumentare di giorno in giorno le sofferenze per le somme prestate, che pian piano non tornavano indietro. Solo a quel punto si sono accorte che nei tempi d’oro avevano prestato soldi a pioggia per comprare le case, anche a chi forse non aveva sufficienti garanzie, ma erano i tempi d’oro e anche loro guadagnavano soldi a palate con i prestiti …

Quando hanno capito che la situazione era grave, hanno iniziato a recuperare i loro soldi vendendo le case in asta da un lato, e dall’altro tagliando i prestiti alle imprese e alle famiglie.

Il risultato è stato quello che conosciamo tutti.

I prezzi degli immobili sono andati in picchiata perché a fronte di una domanda sempre minore è aumentata moltissimo l’offerta immobiliare.

Moltissime imprese trovandosi in crisi di liquidità hanno dovuto dichiarare fallimento e molte famiglie non riuscendo più ad arrivare alla fine del mese si sono trovate costrette a scegliere se pagare il mutuo o dare da mangiare ai propri figli.

Ovviamente, chiunque ha dei figli e si trova in una situazione come questa, smette di pagare il mutuo perché ha altre priorità, con la naturale conseguenza di vedersi mandare la casa in asta dalla Banca.

Insomma quello che voglio dirti è che magari anche tu, come me, hai fatto delle scelte sbagliate.

Tornando indietro, col senno del poi, si può sempre fare meglio.

Ma credo che quello che è capitato e sta capitando è stato ed è un qualcosa di imprevedibile e più grande di noi.

Per queste ragioni sono sicuro che se anche tu sei in questa brutta situazione non è colpa tua.

Adesso per favore basta rimuginare sul passato è il momento di affrontare il presente e progettare il futuro!!!

Adesso occorre ritrovare la lucidità per capire che non tutto è perduto…

Adesso è il momento di assumersi le proprie responsabilità …

Un mio mentore dice una frase bellissima che voglio condividere con te: “di solito le persone fanno la scelta migliore con le risorse che hanno a disposizione”.

Credo molto in queste parole. Adesso tocca a te decidere se continuare a percorrere strade senza sbocco (adesso sai quali sono perché te l’ho scritto molto chiaramente) e continuare a buttare via tempo e soldi senza ottenere nulla.

Oppure, puoi decidere di prendere il toro per le corna, e con il nostro aiuto, provare l’unica soluzione che ti può portare fuori dalle sabbie mobili, e poter così finalmente tornare a vivere una vita serena con la tua famiglia, ripartendo da zero.

Ma andiamo avanti.

Comprendo bene che la tentazione di invocare San Gennaro perché faccia il miracolo è forte.

Nei molti incontri che ho avuto il piacere di fare nel corso di questi anni a tu per tu, mi è capitato più volte, dopo aver spiegato tutto per filo e per segno, come sto facendo con te, di sentirmi dire: “Federico fantastico, sei stato molto chiaro. Adesso ho capito che la tua soluzione è veramente quella che fa per me. Iniziamo subito! Ma …..”

“Dopo il tuo intervento, non c’è modo di cancellare i debiti e rimanere dentro casa mia, al limite pagando l’affitto???

Oppure se mi aiuta mio cugino la potrei anche ricomprare???

Oppure dato che sei davvero bravo potresti anche cancellarmi i debiti e fare in modo che io rimanga proprietario della casa???”

Ora capisco che siamo il paese in cui, anche una come Wanna Marchi è riuscita a spillare diversi soldi alle persone con un pò di sale … ma scusa se ti deludo.

Te lo ripeto fino alla nausea, così evitiamo fraintendimenti.

Da queste parti NON facciamo miracoli.

Se invece hai compreso bene che la situazione nella quale ti trovi non è delle migliori, ma esiste una soluzione – l’unica soluzione che ti consentirà di guardare al futuro come un punto di svolta e non come l’inizio del baratro – allora leggi bene qui sotto, perché ti metto nero su bianco che cosa otterrai se la pratica andrà a buon fine.

Questo è il MINIMO che IO TI GARANTISCO, se la pratica va a buon fine:

  • Evitare a te e alla tua famiglia di essere sbattuti fuori di casa dalle forze dell’ordine.
  • Tutti i tuoi debiti verranno cancellati, quindi puoi tirare una riga sopra il tuo recente passato e ripartire da zero.
  • Dopo qualche tempo, torni in bonis – termine tecnico per dire che puoi tornare ad avere accesso al credito – (riavere una carta di credito, un bancomat, un libretto degli assegni, rifare dei finanziamenti).
  • Almeno 6 mesi di affitto anticipato per ricominciare una nuova vita con la tua famiglia, nella tua nuova casa;
  • Potrai dire, perché a tutti gli effetti è così, che hai avuto seri problemi finanziari ma alla fine li hai risolti vendendo la casa e pagando tutti i tuoi debiti. Quindi puoi girare a testa alta perché non devi più niente a nessuno. I tuoi familiari, i tuoi amici, nonché le malelingue del bar potranno solo dire che hai avuto il coraggio per uscire da una situazione disastrosa;
  • Non devi sostenere nessun costo.
  • Se hai altri beni intestati a te o ai familiari che per te hanno garantito il finanziamento con dei beni personali, questi saranno messi in salvo in maniera definitiva.

Spero, come sempre di non lasciare alcun dubbio nella tua mente.

Ma dato che non sono bravo con le parole, ed ho sempre paura di non essere stato abbastanza chiaro, ti scrivo ancora una volta la mia GARANZIA in sole tre righe.

<<Ti aiuto a vendere la tua casa pignorata sul libero mercato, liberandoti definitivamente da tutti i debiti, senza alcun costo per te e ti garantisco almeno 6 mesi di affitto anticipato per la tua nuova casa>>

Dato che voglio essere davvero sicuro di aver dipanato tutti i tuoi dubbi risponderò ad alcune domande, che spesso mi vengono fatte, durante le “chiacchierate” con voi.

In tal modo ti ho detto davvero tutto quello che potevo dirti, quindi spetta a te prendere il telefono, premere i tasti e chiamare.

La prima domanda che spesso mi viene fatta è la seguente.

La tua soluzione mi piace, ma perché dovrei scegliere proprio te e non qualcun altro?

Ottima domanda. Ecco la risposta.

Premesso che non sono il solo al mondo a fare questo lavoro, ti risponderò con precisione.

  • So per esperienza diretta cosa si prova ad avere la casa in asta, a non dormire la notte a causa dei pensieri, ai litigi in famiglia e alla voglia di mollare tutto senza vedere una via d’uscita, perché ci sono passato personalmente.
  • So che stai vivendo un momento davvero difficile e per questo, data la delicatezza della situazione, ho deciso di metterci la faccia.

Cosa vuol dire per me metterci la faccia?

– Vuol dire che mi chiamo Federico Giorni e questa è la mia foto.

– Vuol dire che quando mi chiami, rispondo io personalmente al telefono.

Non ti risponderanno da Milano, Torino, Roma, Napoli ecc. e sono io a venirti a trovare a casa tua per l’incontro, con la massima riservatezza e discrezione.

  • Il mio intervento è gratuito per te.

Se chiudo la pratica non ti costa nulla. Se non chiudo la pratica non ti costa nulla. Questa è per me la più grande garanzia per dimostrarti che faccio sul serio.

  • Non sono uscito ieri da un corso sulle aste immobiliari, quindi non faccio esperimenti sulla tua pelle, trattandoti come un topo da laboratorio.

Non mi presento davanti alla porta di casa tua come un venditore della Folletto, semplicemente perché non ho nulla da venderti e so bene come ti senti.

Io mi presento prima con questa lettera che stai leggendo proprio ora …

Mi presento, ci metto la faccia prima, e solo dopo ti vengo a suonare il campanello, ma solo per essere sicuro che tu abbia ricevuto e letto questa lettera.

Se decidi di non fare nulla, ti chiedo di dedicarmi SOLO 10 MINUTI DEL TUO TEMPO, al quale se non lo hai ancora capito do molto valore, per verificare se ci sono i presupposti, per entrambi, per andare avanti.

Purtroppo dopo che avrò fatto tutte le verifiche non sempre riesco a risolvere la situazione.

In ogni caso, ti terrò aggiornato sull’avanzamento della pratica.

  • Trovo l’acquirente per la tua casa e se non ci riesco la compro direttamente io. Con il ricavato dalla vendita pago tutti i tuoi debiti.
  • Lavoro da anni sul mercato immobiliare, quindi so risolvere tutte le varie problematiche tecniche, legali, commerciali ed economiche che possono riguardare una casa.
  • So come ragionano gli uffici legali delle banche nazionali e locali, con le quali mi interfacciamo tutti i giorni.
  • So relazionarmi con gli amministratori di condominio.

La seconda domanda è tipica di noi italiani.

Siamo un bellissimo paese, che io amo alla follia.

Ma dato che fregare gli altri, in Italia, è LA REGOLA base del business, siamo malfidati, e anche quando siamo sul punto di morire – beninteso da un punto di vista finanziario – ci chiediamo …

Ma se fai tutto questo lavoro veramente gratis, tu cosa ci guadagni???

Ti assicuro che questa domanda non è affatto stupida, quindi dato che sono trasparente come una goccia d’acqua, ecco la risposta.

Io ti ho scritto più volte che la mia consulenza è gratuita, indipendentemente dall’esito della pratica.

Te lo confermo! Ma c’è un problema.

La risorsa per me più preziosa e limitata su questo pianeta è IL TEMPO.

Ebbene si, io tempo da perdere non ne ho. Quindi dopo che hai deciso di sposare la mia causa, devi aiutarmi a raggiungere l’obiettivo che abbiamo condiviso insieme.

Evitare l’asta e cancellare tutti i tuoi debiti.

Semplicemente se io o la mia soluzione non ti convincono, pensi che altri sono più bravi di me, o vuoi provare a fare da solo, nessun problema. Basta saperlo.

Io sono un treno che passa una volta sola. Con questa lettera non voglio convincerti a fare qualcosa. Voglio solo dimostrarti che, da un lato ci sono ancora delle possibilità per uscire dalla tua situazione, e dall’altro che, se non fai niente o se, peggio ancora, fai le mosse sbagliate, il peggio inizia dopo aver perso la casa in asta.

Spero che stai apprezzando la mia franchezza.

Ma torniamo alla domanda o meglio alla risposta.

Io guadagno solo se riesco a chiudere la pratica. E come?

Dalla rivendita della casa.

Prima di vendere la tua casa, la valorizzo con una serie di lavori che secondo me la renderanno più appetibile per il mercato, almeno spero.

E se non ci riesco?

Questo si chiama rischio d’impresa ed è tutto sul mio groppone.

La terza domanda, mi vien fatta praticamente sempre, quindi te l’anticipo io.

Ma io cosa ci guadagno???

Questa domanda è assolutamente normale se ci vediamo per la prima volta e se io ti racconto tutto quello che ti ho scritto in queste pagine in qualche minuto di chiacchierata.

Ma se me la fai, arrivati a questo punto della lettera, ci sono solo due possibilità:

– O hai fatto il furbacchione come a scuola, ed hai saltato qualche pagina …

– Oppure io sono più scarso in italiano di quanto davvero immaginassi …

Dato che non voglio lasciare nulla al caso, e voglio chiarirti ogni dubbio, facciamo finta che sono davvero una frana a scrivere …

Sono consapevole di non essere un fenomeno nella scrittura, infatti ho sempre preferito i numeri. Ma non penso di essere proprio così scarso da non far capire agli altri cosa scrivo.

Comunque provo con altre parole a rispondere alla domanda.

Il problema più grosso legato alla vendita della casa in asta non è che PERDI LA CASA, ma è il fatto che DOPO CHE LA CASA E’ STATA VENDUTA IN ASTA RIMANI ANCHE CON I DEBITI.

Il giorno dopo la vendita in asta ti trovi senza un tetto sulla testa e con i creditori che ti vengono a cercare, perché comunque gli devi dei soldi.

E’ vero che se non hai nulla da perdere te ne puoi fregare, ma per nulla io intendo nemmeno una famiglia. Infatti se per caso non hai nulla di intestato ma hai dei figli, mi spieghi come farai ad aiutarli se sei finanziariamente morto, ovverosia se nessuno ti presterà mai più il becco di un quattrino ???

Ciò non vuol dire che hai zero soldi, ma anche che se provi a guadagnarne due, vieni subito attaccato dai creditori.

E se interveniamo noi cosa cambia?

 

Con il nostro intervento ti facciamo ottenere la rinuncia agli atti vendendo la tua casa e saldando tutti i debiti.

 

Quindi la casa la perdi comunque, perché viene venduta, ma in cambio i creditori ci fanno avere la rinuncia agli atti, necessaria per cancellare tutti i tuoi debiti.

In sintesi con il mio intervento accadono 4 cose positive:

  1. La casa non viene venduta in asta ma sei tu che la vendi dal Notaio. 
    Questo determina un impatto economico positivo su di te, perché con il ricavato della vendita SALDIAMO TUTTI I TUOI DEBITI.
    Ma ha anche tanti altri vantaggi.
    Non hai curiosi che vengono a vedere la tua casa, come se il custode fosse un agente immobiliare. I tuoi vicini di casa, falsi amici, pettegoli ecc. non potranno dire che ti hanno venduto la casa in asta, perché sei tu che hai deciso di vendere la tua casa … (il motivo te lo puoi inventare tu).
  1. Tutti i tuoi debiti verranno azzerati.
    Capisco che ti può sembrare poco perché in cambio devi vendere la tua casa. Questo è vero. Ma non dimenticarti mai di quale sia la tua situazione di partenza. E’ ovvio che se sei Briatore, 500 euro al mese sono una bazzecola, mentre se sei uno che ha perso il lavoro e non sa come sbarcare il lunario sono tanti soldi. Non dimenticare che anche se oggi hai gravi problemi economici ti puoi ricostruire un futuro prospero, ripartendo da zero.
    Ovviamente come sempre dipende dalle scelte che fai, ed oggi ti trovi ad un bivio. Sta a te scegliere.
    Non puoi più dare la colpa alla crisi, alla politica, al tempo ecc.
  1. Ti rimane qualche soldo in tasca, che può esserti utile per ripartire.
    Noi ti paghiamo almeno 6 mesi di affitto anticipato per la tua nuova casa.

 

  1. Rischio ZERO.
    Se va bene ottieni tutti i vantaggi visti sopra.
    Se va male la tua casa viene venduta in asta, cosa che sarebbe comunque accaduta.
    Ma in tal caso tu non hai buttato via un solo centesimo, a parte qualche minuto del tuo tempo.

Ho deciso di offrire questo servizio senza costi per te perché se con il mio lavoro chiudo la pratica riesco a dare un grosso aiuto ad una famiglia, ed allo stesso tempo, se tutto va bene, anche ad ottenere un vantaggio economico per me.

Il mio obiettivo è aiutare il maggior numero possibile di famiglie ad evitare l’asta ed a godere di tutti i benefici che ne derivano.

Ma ovviamente, sta a te decidere di darmi una possibilità!

Siamo ai titoli di coda, davvero.

Ti propongo di fare un gioco. Prova per un attimo a immaginare come potrebbe cambiare la tua vita grazie al mio intervento.

Puoi tornare a progettare il tuo futuro e quello della tua famiglia senza invece essere costretto a vivere negli incubi del passato e del presente. Tutti i tuoi debiti vengono cancellati, quindi puoi davvero ripartire da zero. Non esattamente da zero …

Infatti se la tua casa viene venduta in asta rimani senza casa e con i debiti, di conseguenza con qualcuno che ti inseguirà per tutta la vita per recuperare i suoi soldi.

Invece tu non avrai NESSUNO che dal giorno dopo ti chiamerà per saldare debiti passati, perché li abbiamo pagati tutti noi. Nessuno potrà pignorare il 20% del tuo stipendio, o comunque di quello che guadagni.

Dopo qualche tempo puoi tornare un buon pagatore e questo ti darà la possibilità di avere di nuovo un conto corrente bancario, una carta di credito, un bancomat e un blocchetto degli assegni. Puoi di nuovo fare un mutuo o magari chiedere un prestito per aiutare i tuoi figli, se lo vorrai …

Insomma puoi tornare davvero LIBERO.

Inoltre puoi disporre fin da subito di una piccola somma, che puoi utilizzare per ricostruire una nuova vita.

Stavolta ho finito sul serio.

Spero di essere stato chiaro in tutti i passaggi, che mi rendo conto, sono articolati e complessi.

Non so cosa tu stai pensando alla fine di questa lettura.

Spero di esserti stato d’aiuto, quantomeno per evitarti di buttare via dei soldi in modo palesemente sbagliato.

Nella vita un bel giorno arriva il momento di fare delle scelte.

Anche per te questo momento è arrivato perché ora hai tutto quello che ti serve per risolvere il tuo problema e dare una svolta alla tua vita.

Se mi dai fiducia ti prometto che farò di tutto per portarti fuori dalle sabbie mobili dell’asta e tornare davvero LIBERO.

Mentre se non hai voglia di seguire il mio consiglio almeno ora sai cosa ti aspetta…

Infine dato che quando auguri del bene agli altri e fai qualcosa per aiutarli, questo bene ti torna indietro moltiplicato per mille, ti auguro davvero di cuore di trovare l’energia, la determinazione, le risorse per sistemare tutto, e perché no vivere la vita dei tuoi sogni con la tua famiglia, che insieme al tempo, è il bene più prezioso che abbiamo.

Siamo ai saluti finali.

Grazie per aver letto questa lettera.

Non mollare!

Io ci sono!

Federico Giorni

P.s. Ti ricordo che se hai la casa in asta con il sistema SALDO CASA si può cancellare.

Però ti ricordo anche che io non faccio miracoli, che tu non dovrai sborsare nemmeno un centesimo, e che per me il tempo è una risorsa limitata.

Per favore contattami solo se hai letto bene tutto il sito e se sei veramente interessato ad uscire dalle sabbie mobili dell’asta e tornare finalmente libero !!!

Se vuoi fare sul serio questo è il momento.

P.p.s.

PASSA ALL’AZIONE!
Compila i campi e ricevi tutte le informazioni per CANCELLARE L’ASTA

Inserendo la email e cliccando sul pulsante, accetti la nostra Privacy Policy. I tuoi dati sono al sicuro e sono trattati in piena conformità alla Legge sulla Privacy n.196/2003. Potrai cancellarti in qualsiasi momento con 1 solo e semplice click.

In alternativa se vuoi confrontarti da subito con me,
chiamami per fissare un appuntamento gratuito.